CHIRURGIA DELLA PARETE ADDOMINALE

CHIRURGIA DELLA PARETE ADDOMINALE

Per Chirurgia della Parete Addominale si intendono tutti quegli interventi di asportazione o ricostruzione di un difetto a carico della parete dell’addome. In genere si tratta di ernie, cioè di protrusioni di un organo interno verso l’esterno. 

Live SurgeryQuando si parla di ernie bisogna però fare un distinguo tra ernie primarie, come quelle ombelicali, inguinali, epigastriche, ed ernie secondarie, dette “laparoceli”, che si creano solitamente in concomitanza di una cicatrice o di un tessuto che ha subito un trauma e che vanno trattati con molta attenzione, dal momento che hanno margini e spazi meno definiti rispetto alle ernie primarie. Il prof. Maida ha effettuato su pazienti con grandi laparoceli alcuni interventi di ricostruzione della parete addominale attraverso la “separazione dei componenti”, tecnica che prevede un’ampia dissezione dei muscoli e l’impiego di una protesi biocompatibile e completamente riassorbibile. Una tecnica decisamente innovativa e all’avanguardia, che consente la ricostruzione di grandi ernie e laparoceli della parete addominale, soprattutto in quei casi in cui non è consigliato l’uso della tecnica laparoscopica, largamente utilizzata invece per casi meno complessi. Infatti, il prof. Maida, direttore della Scuola di Riferimento Nazionale della Società Italiana di Chirurgia sulla Chirurgia dei difetti della parete addominale, esegue questo tipo di interventi normalmente in laparoscopia, ovvero con strumenti che consentono di operare attraverso piccolissime incisioni, in modo da garantire al paziente un post operatorio breve, un rischio di complicanze decisamente minore alla chirurgia laparotomica e un ritorno alla quotidianità molto più rapido.

Live Surgery