Curriculum

Pietro Maida

Nato a Napoli il 14 dicembre 1963, dopo la maturità classica, conseguo la  Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1990. Proseguo poi nella specializzazione in Chirurgia d’Urgenza e Pronto Soccorso, conseguita nel 1995. Concludo entrambi i corsi di studio con il massimo dei voti e la lode.

Corsi di formazione post-universitari

• Corso biennale in Chirurgia Generale della Scuola Medica Ospedaliera di Roma e della Regione Lazio, Marino (Roma) 1993
• Corso Semestrale in Chirurgia Laparoscopica, Padova 1993
• Corso Semestrale in Chirurgia Laparoscopica - II livello, Pisa 1994
• Corso Annuale in Chirurgia dell’Ernia Inguinale, Roma 1995
• Corsi Residenziali di Chirurgia dell’Esofago; Padova 1998 e Pisa 2003

Universita-Berna_Pietro-Maida

Soggiorni all’estero

Comando per perfezionamento professionale presso la Clinica di Chirurgia Viscerale e Trapianti d’Organo dell’Università di Berna, diretta dal prof. M.W. Buchler (gennaio-aprile 1996).

Esperienze professionali

  • Direttore U.O.C. di Chirurgia Generale, Ospedale del Mare ASLNA1 Centro – Napoli
  • Direttore della Scuola di Riferimento Nazionale di Chirurgia della Parete Addominale (ernie e laparoceli) della Società Italiana di Chirurgia
  • Riferimento della Scuola Nazionale di Chirurgia dell’Obesità di ACOI e SICOB
  • Direttore dell’U.O.C. di Chirurgia Generale e dal 2013 capo dipartimento di Chirurgia dell’Ospedale Evangelico Villa Betania di Napoli
  • Assistente di ruolo dal 1992 al 1997 aiuto del Reparto di Chirurgia Generale, da gennaio 2004 a febbraio 2006 responsabile della U.O. Semplice di Chirurgia Laparoscopica e Mini-invasiva dell’Ospedale Evangelico “Villa Betania” di Napoli
  • Collaborazione, dal 1997 al 2006, con l’U.O. di Chirurgia Epato-Biliare e Trapianto di Fegato dell’A.O.R.N. “A. Cardarelli”, diretta dal dott. F. Calise
  • Dirigente di I livello presso l’U.O. di Chirurgia Epato-Biliare e Trapianto di Fegato dell’A.O.R.N. “A. Cardarelli” (avviso pubblico: agosto 1999-dicembre 2000); in tale posizione, ha avuto modo di approfondire in maniera diretta ed intensiva, oltre alla chirurgia epato-biliare e trapiantologica, tutta la chirurgia addominale maggiore e la chirurgia laparoscopica avanzata, eseguendo come primo operatore (nel periodo 20/8/99-19/12/00) 50 interventi, tra cui espianti multiorgano, resezioni epatiche maggiori e minori, resezioni pancreatiche, nefrectomie, splenectomie aperte e laparoscopiche, resezioni coliche aperte e laparoscopiche, anastomosi porta-cava etc.
  • Consulente presso l’Ospedale Civile di Frattamaggiore, dove ha concorso allo sviluppo della chirurgia laparoscopica.
  • Attività di Chirurgia Sperimentale e Ricerca dal 1997 al 2004, presso il Settore Biofarmacologico dell’A.O. Cardarelli: 1) realizzazione di un bireattore con epatociti di maiale specific pathogen free per il supporto metabolico nell’uomo nella insufficienza epatica acuta, in collaborazione con l’Università di Amsterdam (finanziato dal MIUR), 2) autotrapianto di epatociti e fegato bio-artificiale: confronto dell’efficacia terapeutica in un modello chirurgico di insufficienza epatica acuta (finanziato dal MIUR), 3) modelli di cuore e fegato di suino isolati e perfusi per la valutazione del monossido di carbonio nella prevenzione del danno tissutale da ischemia-riperfusione, in collaborazione con l’Università di Harvard Boston-USA
  • Responsabile del programma di formazione del personale sanitario nel campo dell’espianto di fegato da suino, svolto nel 2000 presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Bologna

Attività di docenza

  • Docente ai Corsi di “Microchirurgia Sperimentale”, di “Lesioni intestinali in Chirurgia Ginecologica laparotomica e laparoscopica” e di “Chirurgia Epatica” organizzati dall’A.O.R.N. “A. Cardarelli” (dal 1998 al 2007)
  • Docente e riferimento nazionale per la formazione della Scuola Nazionale di Chirurgia dell’Obesità ACOI-SICOB
  • Docente e riferimento nazionale per la formazione delle Scuole di Chirurgia Laparoscopica di Base ed Avanzata e di Chirurgia Laparoscopica della Parete Addominale dell’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani (ACOI).
  • Ha preso parte nel 2013, come docente ed operatore, al Programma di Cooperazione Internazionale Italo-Palestinese, gestito dal Ministero degli Esteri Italiano e dal Ministero della Salute Palestinese, finalizzato alla formazione in chirurgia laparoscopica dei chirurghi palestinesi, andando ad operare negli ospedali di Hebron e Nablus ed ospitando per periodi prolungati nel proprio ospedale chirurghi palestinesi.
  • Cultore della materia in Chirurgia generale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia della Seconda Università di Napoli.
  • Docente e riferimento della Rete Formativa della Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale dell’Università degli Studi “Federico II” – Napoli.
  • Organizza regolarmente workshop teorico-pratici di aggiornamento nel proprio ospedale con partecipazione di chirurghi su vari argomenti di chirurgia addominale.
  • Effettua, per conto di aziende del settore, attività di tutorship e proctorship con chirurghi di altri ospedali, in particolare per la chirurgia addominale, bariatrica e ricostruzione di casi complessi della parete addominale.

Attività Operatoria

  • Primo operatore di oltre 10000 interventi di chirurgia generale, di cui oltre 5000 di chirurgia addominale maggiore, tra cui: esofago, stomaco, fegato, vie biliari, pancreas, milza, colon, rene, surrene.
  • In particolare, ha sviluppato il campo della chirurgia epato-bilio-pancreatica e laparoscopica attraverso le frequentazioni su riportate: Marino-Rm (chirurgia del fegato e dell’ipertensione portale), Berna (chirurgia digestiva maggiore, epato-bilio-pancreatica, trapiantologica e laparoscopica), Cardarelli (chirurgia epato-biliare, trapiantologica e laparoscopica).
  • Durante la permanenza al Cardarelli, oltre a sviluppare il campo della chirurgia epato-biliare, si è specificamente occupato del settore degli espianti multiorgano e della chirurgia laparoscopica avanzata.
  • Nell’ospedale evangelico Villa Betania, ospedale di appartenenza dell'epoca, ha introdotto dal 1996 la chirurgia laparoscopica (avendo eseguito nei tre ospedali in cui ha lavorato oltre 4000 interventi laparoscopici: videolaparocolecistectomie con colangiografie intraoperatorie, coledocotomie, esplorazioni strumentali ed asportazione di calcoli della VBP, posizionamento di drenaggi sec. Kehr, appendicectomie, ricanalizzazioni di Hartmann, rafie di ulcere duodenali perforate, adesiolisi, resezioni epatiche, resezioni coliche, resezioni gastriche, gastrectomie totali e sub-totali, surrenectomie, nefrectomie, splenectomie, annessiectomie, plastiche di laparoceli ed ernie inguinali, fundoplicatio, fenestrazione di cisti epatiche, resezioni pancreatiche, bendaggi gastrici, by-pass gastrici, sleeve gastrectomy, re-interventi bariatrici) e la chirurgia epato-bilio-pancreatica; svolge, inoltre, dal 1998 attività autonoma di chirurgia d’urgenza.
  • In particolare ha sviluppato la chirurgia oncologica addominale con tecnica laparoscopica; attualmente oltre il 70% degli interventi eseguiti per tumori addominali (stomaco, colon, retto, fegato, pancreas, rene, surrene, milza) viene eseguito con tecnica laparoscopica. Inoltre ha sviluppato la tecnica, cosiddetta della “component separation”, che consente di trattare i grossi laparoceli o ernie della parete addominale (disastri di parete) con ricostruzione dei muscoli con l’ausilio di una doppia protesi, che garantisce un’ottimale tenuta.
  • Operatore di interventi di chirurgia addominale maggiore in diretta in numerosi corsi e congressi nazionali ed internazionali.

Attività congressuali, societarie e scientifiche

  • Autore di oltre cento tra moderazioni, relazioni e comunicazioni presentati a congressi nazionali ed internazionali ed oltre settanta pubblicazioni.
  • Organizzazione in qualità di presidente del “Videocongresso di tecnica chirurgica; un giorno su fegato, colecisti e colon-retto” – Napoli, 30-3-07
  • Organizzazione in qualità di presidente del Congresso “Tecnica e Tecnologia in Chirurgia” – Napoli, 26-27 febbraio 2009
  • Organizzazione in qualità di presidente del Congresso “Argomenti di Chirurgia Epatobiliopancreatica – In ricordo di Gianni Aloj” – Napoli, 8 luglio 2008
  • Organizzazione in qualità di presidente del Congresso “SILS. Attualità e prospettive” – Napoli, 3 marzo 2011
  • Organizzazione in qualità di presidente del Congresso “L’evoluzione di tecniche e materiali nella chirurgia di parete” – Napoli, 8 marzo 2013
  • Organizzazione in qualità di presidente del Congresso Nazionale della SICE – Napoli, 2015
  • Membro del comitato scientifico del Congresso Nazionale ACOI Paestum (Sa), 2010
  • Socio della SIC (Società Italiana di Chirurgia)
  • Socio dell’ ACOI (Associazione dei Chirurghi Ospedalieri Italiani)
  • Socio della SICOB (Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità)
  • Socio della SICE (Società Italiana di Chirurgia Endoscopica)
  • Socio della SICOP (Società italiana di Chirurgia dell’Ospedalità Privata)
  • Dal 2008 al 2011, componente della Commissione Nazionale “Linee Guida in Chirurgia” dell’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani
  • Dal 2011 al 2014 componente del comitato scientifico nazionale dell’ACOI
  • Dal 2013 componente del comitato scientifico nazionale della Scuola di Chirurgia dell’Obesità dell’ Associazione dei Chirurghi Ospedalieri Italiani e della Società italiana di Chirurgia dell’Obesità (ACOI-SICOB), nonchè centro di riferimento nazionale per la formazione pratica dei discenti
  • Dal 2009 al 2015, membro del consiglio direttivo nazionale della Società Italiana di Chirurgia Endoscopica e Nuove Tecnologie
  • Dal 2015 membro del consiglio direttivo nazionale della Società Italiana di Chirurgia dell’ Ospedalità Privata
  • Dal 2016 membro del consiglio direttivo nazionale della Società Italiana di Chirurgia, nonché presidente della Commissione Nazionale Scuole di Formazione
  • Vincitore del “Chirone d’oro” nell’ambito del Congresso Nazionale di Videochirurgia 2010 dell’ACOI, con il video “Linfoadenectomia in corso di duodenocefalopancreasectomia”
  • Presentatore di un video sulla tecnica della gastrectomia totale con linfectomia D2 per via laparoscopica, (titolo originale: Laparoscopic D2 total gastrectomy) all’American College of Surgeons (il più prestigioso e frequentato congresso di chirurgia al mondo), tenutosi a San Francisco – USA ad ottobre 2014

Principali pubblicazioni

  • - Laparoscopic cholecystectomy: consensus conference-based guidelines. Langenbeck’s Archives of Surgery 04/2015; DOI:10.1007/s00423-015-1300-4 · 2.16 Impact Factor
  • - Giant recurrent epigastric incisional hernia: Laparoscopic treatment. Hernia (2015), vol 19 (suppl 1): S352, VS:25.
  • - Double valve Implantation. Long-term evaluation of 8 different bioprostheses. Texas Heart Institute journal / from the Texas Heart Institute of St. Luke's Episcopal Hospital, Texas Children's Hospital 02/1991; 18(1):34-40. · 0.63
  • - Early outcomes of colon laparoscopic resection in the elderly patients compared with the younger. BMC Surgery 11/2012; 12 Suppl 1(Suppl 1):S8. DOI:10.1186/1471-2482-12-S1-S8 · 1.24 Impact Factor
  • - The marginal donor: A single-center experience in orthotopic liver transplantation . Transplantation Proceedings 06/2006; 38(4):1069-73. DOI:10.1016/j.transproceed.2006.04.003 · 0.95 Impact Factor
  • - Functional evaluation of the AMC-BAL to be employed in a multicentric clinical trial for acute liver failure. Transplantation Proceedings 02/2001; 33(1-2):647-9. DOI:10.1016/S0041-1345(00)02183-7 · 0.95 Impact Factor
  • - Liver transplant with cavoportal hemitransposition for portal and mesenteric thrombosis: Case report. Transplantation Proceedings 02/2001; 33(1-2):1488-9. DOI:10.1016/S0041-1345(00)02564-1 · 0.95 Impact Factor
  • - [Use of biological glue in the surgical treatment of sacrococcygeal fistulas]. Il Giornale di chirurgia 05/1992; 13(4):271-2.
  • - Capitolo del libro: “Laparoscopic cholecystectomy: an evidence-based guide”. Springer, DOI 10.1007/978-3-319-05407-0 6 Number of Trocars, Types of Dissection, Exploration of Bile Duct, Drainage and Analgesia chapt 6: 73-88
  • - La chirurgia resettiva epatica laparoscopica: note di tecnica operatoria. Atti della Soc. Italiana di Chirurgia 02/2001: 159-165
  • - The prosthesis in the treatment of inguinal hernia. Gastroenterology International 3 (suppl.)/2010: 295-296
  • - Vascular accesses in trauma. Int J Surg Sci 1994; 4 suppl 1:27-28
  • - Does Post-operative Psychotherapy Contribute to Improved Comorbidities in Bariatric Patients with Borderline Personality Disorder Traits and Bulimia Tendencies? A Prospective Study OBES SURG 02/2017 DOI 10.1007/s11695-017-2581-1